Seguici su Facebook

Il  Corridonia 4.0 è la proposta di animazione che utilizza la fotografia per riscoprire la comunità promuovendo nuovi sguardi e nuovi punti di osservazione nella città di Corridonia, pensando insieme inaspettate iniziative e spazi innovativi.

 

 

PROGETTO CORRIDONIA  4.0

LA CITTÀ INVISIBILE – SCATTA UN PUNTO DI VISTA NUOVO

La città non dice il suo passato, lo contiene come le linee d’una mano, scritto negli spigoli delle vie, nelle griglie delle finestre, negli scorrimano delle scale, nelle antenne dei parafulmini, nelle aste delle bandiere, ogni segmento rigato a sua volta di graffi, seghettature, intagli, svirgole.”

Il progetto Corridonia 4.0, promosso dalla Parrocchia Ss. Pietro, Paolo e Donato e dalla Caritas, con il patrocinio gratuito del Comune di Morrovalle, è pronto ad entrare nel vivo e si concretizza un percorso di coinvolgimento attivo della comunità. 

Attraverso il Contest che sarà attivo fino al 31 Ottobre 2020   la città di Corridonia sarà al centro di numerosi scatti fotografici ed iniziative  dirette a dare il giusto risalto agli spazi, alle persone, alle iniziative della comunità.

Per partecipare al contest bisognerà pubblicare la foto o le foto nel social Instagram inserendo l’#Corridonia4.0  entro il 31 Ottobre.2020.

Le foto verranno ri-condivise dalla pagina ufficiale del progetto e proprio su questa pagina verranno conteggiati i like che decreteranno il vincitore.

I premi del Contest verranno comunicati periodicamente anche nelle pagine social, grazie al coinvolgimento attivo della comunità locale (molti  imprese ed attività economiche della città hanno aderito all’iniziativa e hanno offerto premi e collaborazione).

Il concorso è rivolto a tutti: residenti  e non di Corridonia, giovani e “meno giovani” e come il titolo del Contest suggerisce il suo obiettivo è quello di guardare e scoprire la città in tutti i suoi aspetti “invisibili”, che anche l’ospite di passaggio può cogliere  ma che spesso proprio il suo abitante a conoscere meglio, anche gli angoli più nascosti o inaspettati.

Ciascuno con il suo punto di fista, con il suo punto di osservazione partecipa e lo condivide con gli altri:   ciascuno -quindi- offre agli altri il proprio punto di vista sulla città e contribuisce da dare senso alla città stessa..

Il titolo riprende il famoso romanzo scritto da Calvino, da cui ci siamo lasciati inspirare, e che cercheremo di onorare attraverso il viaggio fotografico in questa città.

Ci auguriamo quindi, come scrive Calvino, che “il viaggiatore ritrovi il passato che non sapeva più di avere”.

SEGUI LA PAGINA FACEBOOK E IL PROFILO INSTAGRAM DEL PROGETTO